Advertising social – Contenuti organici VS contenuti a pagamento

advertising social

3 motivi per cominciare subito a investire budget sui social

Nel 2023 raramente si incontrano dei business ai quali sconsigliare una corretta presenza sui social. Una gestione davvero efficace deve comprendere non solo azioni organiche ma anche a pagamento (advertising) e questo per un motivo principale: la pubblicità non è mai (non è mai stata e mai lo sarà) un’azione gratuita per un imprenditore. Se vogliamo la giusta visibilità è normale prevedere del budget da investire sui social.

Se non sei ancora convint@? Analizziamo nel dettaglio i vantaggi dell’advertising social rispetto ai soli contenuti organici.

Definizione del target

I post organici, cioè quelli che non prevedono un posizionamento a pagamento, vanno a un pubblico non definito.

Facciamo un esempio con un formato pubblicitario che sicuramente ben conosci, il volantino. Quando distribuisco un volantino è possibile al massimo scegliere una determinata zona geografica in cui si possono potenzialmente trovare i miei clienti ma poi non so realmente chi lo leggerà. Se vendo un servizio ai residenti e capita nelle mani di un turista o viceversa è difficile che prenderanno in considerazione quello che ho da offrire. Questo è quello che succede ai contenuti organici che spesso vanno a colpire una percentuale limitata della fan base che potrebbe non essere in target in quel momento.

Al contrario l’advertising ti consente di selezionare un pubblico ben definito al quale sarà mostrato il tuo contenuto. Potrai scegliere moltissimi criteri di targhettizzazione che ti aiuteranno a non sprecare il tuo budget. Se vendo prodotti per la prima infanzia mi rivolgerò a genitori con figli da zero e due anni nella zona di interesse.

Definizione degli obiettivi

Senza conoscere la strada è difficile arrivare a destinazione e, non ci prendiamo in giro, se un’attività è presente sui social è per fatturare e non altro. Definire lo scopo della tua azione pubblicitaria ti aiuta a raggiungere meglio i tuoi obiettivi. Come? Se hai un nuovo negozio dovrai farti conoscere quindi fare delle azioni di notorietà del brand, se hai un e-commerce ben avviato potrai puntare sugli acquisti e se sei un libero professionista sulla generazione dei contatti. Sono moltissimi gli obiettivi che si possono scegliere a seconda della fase in cui è il nostro potenziale cliente.

Misurazione dei risultati

La cosa più fantastica di tutto il digital marketing è poter misurare tutti i risultati! Quante persone hai raggiunto? Quante volte hanno visto i tuoi contenuti? Cosa hanno fatto sul tuo sito? Qual è il costo di un’aggiunta al carrello o un acquisto? Queste e molte altre saranno le domande a cui potrai rispondere.

Pensaci bene, potresti fare la stessa misurazione con la distribuzione dei volantini di cui parlavamo all’inizio?

Vuoi saperne di più? Prenota subito un appuntamento con noi!

Condividi l'articolo sui tuoi social:

Eleonora advertising google ads SEM Email marketing automation

Eleonora Scheggi

Lascia il tuo commento

Ultimi post pubblicati

Seguici

Indice degli argomenti

Iscriviti alle nostre Newsletter

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit